ImmigrazioneOggi Focus
< Home News ed Eventi Punti di vista Associazioni in rete Consulenze Salute e Benessere Newsletter Redazione Onlus
 
Focus Contributo permesso di soggiorno


30 gennaio 2012

Permesso di soggiorno: da oggi scatta l’obbligo di pagamento del contributo da 80 a 200 euro.
Il nuovo contributo deve essere versato sul cc postale 67422402 in unica soluzione insieme all’importo per il permesso di soggiorno elettronico. Poste italiane non accetterà i kit sprovvisti del versamento ed il procedimento di rilascio o rinnovo sarà sospeso nel caso di importo inferiore.


Svanita, almeno per il momento, l’ipotesi di una revisione del decreto che ha imposto il contributo sulle pratiche di rilascio e rinnovo del permesso di soggiorno, a partire da oggi, 30 gennaio, i cittadini stranieri dovranno aggiungere il nuovo balzello (80,00/100,00/200,00 a seconda della tipologia della richiesta) al contributo già esistente di € 27,50, versando la somma in unica soluzione sul cc postale 67422402.
Chi e quanto dovrà pagare:
a) € 107,50 per i permessi di soggiorno di durata superiore a tre mesi e inferiore o pari a un anno;
b) € 127,50 per i permessi di soggiorno di durata superiore a un anno e inferiore o pari a due anni;
c) € 227,50 per il rilascio del permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo e per i richiedenti il permesso di soggiorno ai sensi dell’art. 27, comma 1, lett. a) del testo unico e cioè i dirigenti ed il personale altamente specializzato delle multinazionali.
Sono esclusi dal pagamento del nuovo contributo i minori di 18 anni; i cittadini stranieri che entrano nel territorio nazionale per ricevere cure mediche, nonché i loro accompagnatori; i cittadini stranieri richiedenti il rilascio e il rinnovo del permesso di soggiorno per asilo, per richiesta di asilo, per protezione sussidiaria, per motivi umanitari; i cittadini stranieri richiedenti l’aggiornamento o la conversione del permesso di soggiorno in corso di validità. Le questure, come ha precisato il Ministero dell’interno con circolare della scorsa settimana, dovranno verificare la correttezza dell’importo versato e, qualora sia inferiore, dovranno sospendere la trattazione della pratica ed informare lo straniero circa le modalità da seguire per il versamento e l’importo della somma ancora dovuta. Se l’importo versato sarà superiore, il sistema informatico Stranieri web predisporrà una nota per informare l’interessato che potrà chiedere il rimborso per la parte eccedente.
Per Poste italiane, l’Ufficio comunicazione ha confermato alla redazione di ImmigrazioneOggi che non saranno accettati i kit sprovvisti del bollettino comprensivo di entrambi i contributi.
(R.M.)


documentazione  In archivio

12 aprile 2012
Nessun diritto al rimborso in caso di diniego. È dovuto anche da chi chiede un duplicato del documento e dai familiari maggiorenni dei rifugiati.

24 febbraio 2012
Depositato al Tar del Lazio il ricorso di Cgil e Inca.

31 gennaio 2012
La Cgil annuncia un ricorso contro il contributo sul permesso di soggiorno.

30 gennaio 2012
Al Governo dei curricula manca il coraggio di sospenderla. Da oggi il balzello colpirà tutti gli immigrati che richiedono o rinnovano il permesso.

09 gennaio 2012
Allo studio misure per “attenuare” l’impatto economico del contributo. Si introdurranno fasce di reddito e composizione del nucleo familiare.

03 gennaio 2012
Dal 30 gennaio si dovrà pagare da 80 a 200 euro (oltre i 72,12 già previsti) per ogni domanda di rilascio e rinnovo.






 
 
 
© 2006-2013, Studio Immigrazione